i fratelli HUNEKE,

entrambi medici a

Düsseldorf

- Ferdinand 1891-1966

- Walter 1897-1974

fondatori della

neuralterapia

 

In Alto Adige sin dall`inizio c`erano dei medici che se-

guivano questa nuova terapia. Ferdinand Huneke veni-

va spesso ad Appiano per scambiarsi col dott. Karl

Gallmetzer; il dott. Horrer pratica a Laives, il dott. von

Lutterotti era primario all`ospedale di Bolzano, il dott.

Kirchlechner esercitava a Merano.

Colleghi attuali sono: il dott. Rastner a San Lorenzo, il  dott.Walde a Brunico, il dott. Außerer a Postal, il dott.

Heinisch a Sluderno ed altri.

In Germania la neuralterapia viene regolata dalla Internationale medizinische Gesellschaft für Neural-

therapie nach Huneke (www.ignh.de), che cura sia la

formazione, sia i legami istituzionali.

la neuralterapia cura ogni tipo di dolore, interrompendo con un´anestetico locale il sistema nervoso della zona dolorante

 

Come anestetitico inizialmente si usava Impletol (procaina e coffeina), ora si usa prevalentemente

- procaina 1%

- lidocaina 0,5%

Nella quantita`usata per la neuralterapia non ci sono effetti collaterali, eventualmente puo´esserci un senso di torpore per 2-3 minuti.

In pratica si interrompe la simpaticotonia per far prevalere il

sistema parasimpatico e cioe`quella parte del sistema neurovegetativo, che e`competente per la rigenerazione.

In piu`con la microlesione causata dalla puntura si indirizza il sistema riparativo innato in ogni essere nella zona da curare.

In Italia si e`costituita una nuova associazione

(www.neuralia.eu) che cura la diffusione ed anche la formazione.